Rodhiola Rosea

La radice d’oro artica per il benessere psico-fisico

La Rhodiola Rosea è una pianta medicinale della famiglia delle Crassulaceae, nota anche come “radice d’oro” o “radice artica”, amante delle alte quote e dei territori montuosi nota per le sue proprietà calmanti. Cresce spontaneamente in luoghi dal clima freddo come Scandinavia, Lapponia ed Alaska.

La Rhodiola Rosea è originaria della Siberia dove antiche leggende narrano che, l’assunzione quotidiana di un infuso a base di Rhodiola garantisse un secolo di vita a colui che lo beveva. La storia vuole che questa pianta fosse donata agli sposi come auspicio per la nascita di figli in buona salute.

Oggi, invece, in fitoterapia si ricorre maggiormente all’uso della radice della Rhodiola. É proprio nella parte interrata che si concentrano le sostanze che apportano i maggiori benefici al corpo umano e, proprio per questo motivo, la Rhodiola Rosea è anche conosciuta con il nome di radice d’oro.

Pianta e Storia

Il suo fusto può arrivare fino a 35 cm di altezza, le foglie sono “spesse e carnose”; i fiori, con sfumatore che vanno dal giallo all’arancio, emanano un profumo molto intenso che ricorda quello della rosa. Antichi scritti testimoniano come le proprietà terapeutiche di questa pianta fossero già note nell’Antica Grecia.
I Vichinghi ne facevano uso per trovare giovamento dopo aver compiuto attività fisiche particolarmente intense.
In Cina era adoperata per curare diversi disturbi, mentre la popolazione siberiana la assumeva per riuscire a fronteggiare meglio le rigide condizioni climatiche.
Nell’antichità, a differenza di oggi, veniva utilizzata ogni parte della pianta: le foglie erano applicate sulle ferite al fine di favorire il processo di cicatrizzazione e lenire il dolore; i fiori venivano invece impiegati per trattare patologie a carico dell’apparato gastrointestinale.

Benefici e proprietà

I primi a studiare la Rhodiola Rosea e le sue proprietà sono stati i russi nel secolo scorso; i suoi benefici iniziano ad essere noti nel mondo occidentale solo a partire dal 1960.
La Rhodiola Rosea possiede svariati principi attivi tra cui “glucosidi, acidi organici, tannini, polifenoli e flavonoidi.
Tra di essi, riveste particolare importanza il salidroside, noto anche con il nome di rodosina. Questo è contenuto nella radice della pianta in concentrazioni variabili comprese tra 0,1 e 1%.

1 – Cuore, fegato e muscoli

La rodosina, unitamente al para-tirosolo, influenza i livelli e le attività di “adrenalina, serotonina e dopamina” inibendo, l’enzima responsabile della loro degradazione.
Tutto ciò conduce a miglioramenti nelle “attività metaboliche di cuore, fegato, muscoli”.

2 – Proprietà antiossidanti

Acidi organici e flavonoidi sono invece responsabili delle proprietà antiossidanti della pianta.
La Rhodiola Rosea è conosciuta principalmente per le sue proprietà “tonico adattogene”.

Nelle situazioni caratterizzate da un alto tenore di stress psico-fisico, l’assunzione di una sostanza adattogena può rivelarsi fondamentale.
Essa porta, infatti, ad un aumento della resistenza del corpo umano migliorandone le prestazioni e le risposte.


Oggigiorno siamo tutti vittime dello stress, ma ciò che non sappiamo è che se esso viene gestito in modo scorretto, vi possono essere conseguenze pericolose per la nostra salute come ad esempio alterazione del sistema cardiovascolare, depressione, squilibri ormonali…


Sul piano mentale, è infatti considerata un valido rimedio contro lo stress e l’ansia. La sua azione a livello del sistema simpatico è duplice: da una parte, i livelli di serotonina nel sangue aumentano di circa il 30 %, dall’altra, limita gli effetti nocivi del cortisolo prodotto dai surreni in caso di forte stress. L’aumento della serotonina migliora l’umore determinando una condizione di ritrovato benessere. Per questo motivo, essa viene consigliata a coloro che soffrono di ansia e di forme depressive non gravi.


Studi autorevoli hanno dimostrato infatti che, l’assunzione di questo rimedio porti benefici paragonabili a quelli di noti antidepressivi però con una minor incidenza di effetti collaterali quali nausea e disfunzioni sessuali.
Essa può inoltre essere assunta da coloro che soffrono di insonnia. In questo caso, il ritrovato riposo è conseguenza degli effetti benefici che la Rhodiola ha sul soggetto: migliora l’umore e riduce lo stress.

Come si assume al Rodhiola Rosea

L’assunzione giornaliera dipende da diversi fattori quali età, peso del soggetto, disturbo da trattare e ritmo di vita. In generale viene consigliato di assumere50 mg di Rodhiola Rosea prima di fare colazione, per arrivare poi, in modo graduale a 300-400 mg da prendere 3 volte al giorno per 4-8 settimane.

Verificare sempre sulla confezione il dosaggio consigliato dal produttore stesso e si consiglia di non superare mai le dosi consigliate per evitare effetti collaterali o ipersensibilità al prodotto.

Prima di assumere un integratore a base di Rhodiola Rosea è bene consultare il proprio medico curante.

Controindicazioni o effetti collaterali


Fermo restando quanto sopra, l’integratore è di solito ben tollerato e gli effetti indesiderati sono minimi.


Vi sono casi in cui l’assunzione dell’integratore è sconsigliata: donne in stato interessante o che stanno allattando, bambini, soggetti affetti da patologie cardiache, ipertesi e persone con esaurimenti nervosi.


Bisogna inoltre prestare attenzione qualora la Rhodiola venga associata ad altra terapia farmacologica.


Nello specifico, essa non deve essere presa in corso di terapia a base di “barbiturici ed antidepressivi”: viene infatti inibito l’effetto del farmaco, ma nello stesso tempo gli effetti collaterali ad esso associati aumentano.


L’integratore a base di Rhodiola Rosea può essere acquistato in farmacia, erboristeria o su siti web specializzati sottoforma di: “compresse, capsule e tintura madre”.

Articolo scritto da Silvia Terracciano

Content writer seo specialist – Naturopata diplomata dal 2008 lavoro nel settore del benessere e mi occupo di scrivere testi/articoli per vari settori

Mi trovi anche:

Siti webwww.mammanaturale.it e www.wineandfoodtour.it

Facebookhttps://www.facebook.com/silvia.terracciano811

Instagramhttps://www.instagram.com/donna.e.mamma/

Pinteresthttps://www.pinterest.it/mammanaturale/

Youtubehttps://www.youtube.com/channel/UC6SeA5UBVd13VcZ4BPYkEqg

Leggi anche: Eritema solare

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello