Ghiaccioli e gelati di frutta

Affrontare il caldo estivo con le ricette di Laura Marchesi

Ingredienti

Per i ghiaccioli:

– frutta fresca di stagione a piacere (anguria, melone, pesca, frutti di bosco…)

– sciroppo d’agave, sciroppo oppure malto di riso o stevia se la frutta fosse acidula come ad esempio i frutti di bosco

Per i gelati:

– yogurt naturale intero o magro oppure, se preferite un composto più corposo, yogurt greco intero o magro

– frutta fresca di stagione a piacere (fragole, frutti di bosco, pesca, albicocca)

– sciroppo d’agave, sciroppo oppure malto di riso o stevia in quantità a piacere per dolcificare il composto

Attrezzatura:

minipimer oppure frullatore

stampi in silicone per gelati oppure bicchieri usa e getta da acqua (per la porzione più grande) o bicchierini usa e getta da caffè (per la porzione mini)

stecchi da gelato (si trovano nei negozi di casalinghi oppure in quelli che vendono all’ingrosso carta e materiale usa e getta per la tavola)

In questo periodo, si sa, gelati e ghiaccioli sono una golosità freschissima e irrinunciabile!! Una coccola dolce che aiuta a rinfrescare le calde giornate estive.

In genere, però, i ghiaccioli sono un concentrato di zuccheri e coloranti e i gelati una vera bomba di grassi, zuccheri e spesso conservanti…

Quindi ho pensato di suggerirvi queste due ricette che permettono di preparare in pochissimo tempo prodotti sani e gustosi. Fatevi aiutare dai vostri bambini!! Anche i più restii a mangiare la frutta saranno invogliati ad assaggiare questi coloratissimi stecchi gelato preparati insieme!!

Procedimento:

Ghiaccioli: tagliate a pezzetti la frutta (al netto degli scarti) e riducetela in purea fine utilizzando un frullatore oppure il minipimer con il suo apposito bicchiere. Se necessario dolcificate a piacere e versate il composto negli stampi inserendo lo stecco nell’apposita fessura (se usate stampi in silicone) oppure, se usate i bicchieri, ritagliate un quadrato di pellicola per alimenti, fate un taglietto largo quanto lo stecco  utilizzando la punta di un coltello oppure un paio di forbici. Fate passare lo stecco, posizionatelo dritto al centro del bicchiere e richiudete la pellicola eccedente intorno al bicchiere stesso.

Passate in freezer fino a congelamento.

Per estrarre i ghiaccioli dai bicchierini basta lasciare gli stessi a temperatura ambiente per un paio di minuti, poi ruotarli delicatamente impugnando lo stecco.

Consumare entro un mese dalla preparazione.

Gelati: frullate una parte di frutta e tre parti di yogurt (es. 50 gr. di pesca e 150 gr. di yogurt) usando un frullatore o un minipimer e dolcificando a piacere.

Per i gelati sconsiglio di usare anguria e melone perché troppo acquosi.

Versare negli stampi o nei bicchieri come descritto per i ghiaccioli e congelare.

Consumare entro un mese dalla preparazione.

Sostituzioni e aggiunte

  • ho utilizzato zuccheri semplici e a basso indice glicemico. E’ preferibile, sia per noi sia per i nostri bimbi, non utilizzare zucchero raffinato e poco alla volta abituarsi ad assaporare la frutta (già dolce di natura) in purezza;
  • chi è intollerante al lattosio può usare yogurt HD;
  • chi segue un regime alimentare vegano può usare yogurt di soia oppure yogurt di cocco (prodotto usando latte di cocco – si trova anche nella grande distribuzione -Esselunga-);
  • nei ghiaccioli all’anguria si possono aggiungere delle gocce di cioccolato che simuleranno i semi. E’ importante incorporarli quando il composto sarà semi-congelato e quindi non più liquido ma non ancora completamente solido, in modo che si possano distribuire mescolando con un cucchiaino senza che precipitino sul fondo;
  • se i vostri bimbi non amano i „semini“ dei frutti di bosco potete eliminarli passando il composto attraverso un colino prima di versarlo negli stampi;
  • si possono fare gelati alla mandorla, alla nocciola o al pistacchio sostituendo la frutta fresca con pasta di frutta secca pura non dolcificata. Queste paste si trovano nei supermercati e nei negozi di alimentazione naturale oppure delle aree benessere dei supermercati tradizionali. Su circa 250 gr di yogurt usare una bella cucchiaiata di pasta di mandorla, nocciola o pistacchio dolcificando a piacere;
  • i più golosi possono ricoprire la punta o tutto il gelato appena tolto dal freezer intingendolo in una glassa  preparata facendo fondere cioccolato semi amaro, al latte o bianco con qualche cucchiaino di olio di riso o di burro di cacao alimentare per renderlo più fluido. A piacere cospargere di granella di frutta secca prima che solidifichi.

Articolo scritto da Laura Marchesi

Pagina Facebook

Profilo Instagram

Biografia

Leggi anche: Tart alle pesche

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello